Come fare le unghie con il gel: piccoli e semplici passi per una manicure invidiabile e trendy

ricostruzione unghie gel

Come fare le unghie con il gel? E’ una domanda molto ricorrente tra le donne, che intendono avere un aspetto, sempre, non solo durante feste ed eventi particolari, ma nelle vicissitudini di tutti i giorni, curato ed ordinato delle mani, con unghie impreziosite di strass e decori ispirati alle ultimissime tendenze moda!

Il gel è un prodotto composto da polimeri non tossici che una volta sottoposto a specifiche lampade UV, diventa solido e compatto e consente, dunque, di avere unghie nuove di zecca brillanti e luminose, dall’aspetto molto ordinato. Ma… quali operazioni bisogna eseguire? Se siamo già delle esperte, allora questo trattamento ricostruttivo può rientrare nella sfera del fai-da-te, altrimenti è consigliabile vivamente rivolgersi alle professioniste del settore.

Come fare le unghie con il gel: ecco gli strumenti giusti e le operazioni da eseguire

Gli strumenti utilizzati sono diversi. L’esperta onicotecnica si servirà di:

  • una lampada UV
  • gel UV trifasico ( tre tipologie: base- modellante-sigillante)
  • lime
  • spingi cuticole
  • nail cleaner
  • dischetti in cotone
  • primer
  • buffer
  • olio per cuticole
  • pennelli professionali

La prima operazione consiste nel disinfettare con cura le mani e di conseguenza anche le unghie con prodotti specifici. Ciò scongiurerà il rischio di pericolose infezioni. Successivamente, tramite un apposito attrezzo, lo spingi-cuticole, l’esperta andrà ad abbassare le cuticole ed a eliminare eventuali pellicine.

Con un buffer, poi, si andrà ad opacizzare la superficie dell’unghia che sarà poi leggermente limata in modo da consentire al gel di aderire meglio. Successivamente, l’unghia andrà “lavata” e sgrassata da eventuali residui di polvere di limatura con una piccola quantità di nail cleaner posta su un batuffolo di ovatta o meglio ancora su un dischetto di cotone pressato. La fase successiva prevede l’applicazione del primer su tutte le unghie. Questo prodotto svolge una funzione molto importante, in quanto funge da aderente.

Una volta che il prodotto risulterà ben asciutto, è possibile passare alla fase successiva, ovvero alla stesura del primo strato di gel, quello di base, tramite apposito pennello professionale. Esso dovrà essere passato accuratamente su tutte le unghie, sia della mano destra che sinistra che poi, in maniera alternata, dovranno essere introdotte in lampada per circa 2 minuti.
Trascorso questo tempo, si passerà al gel modellante, attraverso il quale si andrà a creare una bombatura centrale. Anche in questo caso entrambe le mani finiranno in lampada per circa 2 minuti. Dopo aver applicato il gel di base e quello modellante, si passerà alla fase successiva che invece include le eventuali decorazioni ispirate alle ultimissime tendenze (fiori, grafismi, cuori, pois, etc).
Infine, eccoci alla sigillatura tramite applicazione del gel apposito. Dopo la polimerizzazione in lampada UV, si passerà poi ad applicare un po’ di nail cleaner sulle unghie per eliminare eventuali residui di gel o polvere e successivamente anche una piccola quantità di olio per cuticole.

Il procedimento sino ad ora descritto è valido per il gel trifasico. In alternativa, è possibile servirsi anche del gel monofasico, cioè che include le tre operazioni sin qui descritte (base- modellamento-sigillature) in un unico prodotto. Per avere unghie più lunghe, soprattutto se esse risultano deformi e se sono troppo corte, è possibile adottare anche tecniche di allungamento, che consentono di avere un aspetto più curato e più ordinato dalle mani per conferire maggiore risalto alla propria femminilità. L’allungamento può avvenire tramite tips, cioè unghie artificiali da limare secondo la forma prescelta o sagome, dette cartine, ovvero supporti in carta attraverso le quali si andrà a creare la lunghezza desiderata. Entrambe dovranno essere ricoperte di gel.

E’ importante ricordare che…

Ricostruire le unghie con il gel richiede esperienza e manualità. Possono nascere, infatti, dei piccoli inconvenienti, che praticità e competenze nel settore riusciranno ad evitare. L’unghia, nella fase di preparazione, deve essere ben sgrassata, ripulita dei piccoli residui della limatura o ancor prima, degli eventuali residui di smalto, per non andare incontro al distacco del gel. Il primer, che funge da sostanza aderente come abbiamo già ampiamente spiegato, inoltre, deve essere applicato su tutte le unghie e lasciato asciugare per bene. Anche la sigillatura è un altro aspetto fondamentale: questa fase va eseguita correttamente per evitare che il risultato finale risulti compromesso. Un altro suggerimento importante è quello di utilizzare sempre gel provenienti dalla stessa marca, in quanto il processo di solidificazione potrebbe essere diverso.

Il prodotto, infine, va steso con pennelli professionali: sarà l’esperienza della professionista a suggerire la quantità necessaria ed opportuna. Strati troppo spessi o troppo leggeri potrebbero pregiudicare il lavoro finale e malauguratamente favorire il sollevamento e/o lo sfaldamento del gel, fattori che possono verificarsi anche quando va fatto solidificare troppo in prossimità delle cuticole (la distanza deve essere almeno di due millimetri).

08-01-17 | 0 comments | in Blog

Comments are closed.

Ricostruzione Unghie

Unghie Gel

Ricostruzione Unghie Gel

Ricostruzione Unghie Gel