Come togliere il gel dalle unghie: piccola guida

Come togliere il gel dalle unghie

Per avere mani perfette ed invidiabili ogni giorno e per liberarsi dall’incombenza di dover necessariamente ricorrere allo smalto, molte sono le donne che si sottopongono alla ricostruzione unghie tramite gel, un trattamento estetico non invasivo e abbastanza veloce.

Questa metodologia consente di avere una manicure ordinata, “pulita” e sempre in linea con le ultime tendenze. La tecnica ricostruttiva con gel dura circa un mese. Trascorso questo tempo, è necessario ricorrere ad refill, cioè ad un ritocco, che consiste in una nuova stesura ed applicazione del prodotto oppure se ci si è stancate delle unghie artificiali e si desidera ritornare a quelle naturali, è possibile anche rimuovere il gel. Come togliere il gel dalle unghie? E’ un procedimento che include una serie di passaggi molto semplici e veloci. Vediamo come si fa!

Come togliere il gel dalle unghie: i passaggi

Per evitare vistosi danni alla superficie dell’unghia, è necessario rivolgersi alla persona che ha eseguito il trattamento, dunque alla professionista onicotecnica. Tuttavia, se siete intenzionate a procedere autonomamente, in quanto siete già esperte di tecniche di ricostruzione oppure perché avete eseguito la ricostruzione unghie con gel da sole, ecco qualche preziosissimo consiglio!

Procuratevi una lima da ricostruzione (grana 100) ed iniziate a limare delicatamente e in un unico senso il gel fino a quando non ne sarà rimasta soltanto una piccola e sottile quantità sulla zona superficiale dell’unghia e fino a che quest’ultima non risulterà ben visibile.

Successivamente, con l’ausilio di un buffer, levigate ancora la base e con l’aiuto di un nail cleaner (un prodotto specifico per la pulizia dell’unghia), eliminate le eventuali tracce residuali di polvere di limatura. Se non possedete un cleaner, potrete sostituire tale prodotto con un solvente per unghie, privo però di acetone.

Quando sarà visibile solo un velo di gel, passate sulle unghie un prodotto rinforzante e massaggiatele applicando un po’ di olio per cuticole. Perché ricordarsi di lasciare sempre un sottile strato di gel sull’unghia e non limare il prodotto fino a farlo scomparire? Per non indebolire l’ unghia e per evitare fastidiosi avvallamenti oppure per scongiurare il rischio di avvertire una fastidiosa ed eccessiva sensibilità, ad esempio agli sbalzi termici oppure ai piccoli urti.

Alcuni piccoli accorgimenti per rimuovere il gel con successo

Se avete eseguito il trattamento da sole, è preferibile leggere con attenzione le istruzioni presenti sulla confezione del gel, per capire se si tratti di un prodotto “classico” oppure di ultima generazione come il “soak off”.
I gel soak off sono dei prodotti a metà strada tra i gel permanenti e quelli semi-permanenti. Sono più sottili e morbidi dei gel permanenti e sono meno adatti per l’allungamento, anche se, in alcuni casi, possono essere impiegati per effettuare l’ allungamento con cartina, a patto che l’unghia naturale sia già relativamente lunga e non eccessivamente compromessa (ad esempio da onicofagia, etc).

Nel primo caso potrete procedere con il procedimento descritto sopra, cioè limando il gel fino a che sull’unghia non ne resterà che uno strato molto sottile.

Se il prodotto è soak off, invece, si deve procedere limando fino a che il gel non risulterà spento ed opaco (cioè avrà perso le caratteristiche di lucentezza e brillantezza).
Successivamente, immergete le unghie in un recipiente ove avrete precedentemente riposto una piccola quantità di solvente e lasciate le dita in ammollo per circa dieci minuti. In alternativa, è possibile avvolgere le dita in batuffolo di ovatta imbevuto di acetone e “rinchiuderle” in piccoli foglietti di carta argentata. Dopo l’impacco, le unghie dovranno essere idratate per bene con olio per cuticole.

Ultimi accorgimenti estetici

Dopo aver rimosso il prodotto (in genere sono necessari trenta-quaranta minuti), è necessario applicare uno strato di smalto rinforzante e indurente sulle unghie che servirà a proteggerle e a rinforzarle. Tale operazione dovrà essere ripetuta almeno 2-3 volte a settimana e per circa un mese, togliendo quindi lo smalto “vecchio” con un solvente senza acetone e poi applicando nuovamente lo smalto rinforzante. Quest’ultimo servirà, dunque, a proteggere le unghie ed a renderle più salde, compatte e forti. Al di sopra di esso, si potrà poi procedere alla normale manicure con smalti colorati o decori ispirati alle ultimissime tendenze.

Rimuovere il gel con la fresa: pro e contro

Se invece di procedere manualmente si desidera togliere il gel dalle unghie con la fresa, uno strumento di lavoro professionale che consente di levigare le unghie, rimuovere il gel e semplificare le fasi di ricostruzione o semplicemente di manicure e pedicure, è necessario prestare molta attenzione. E’ questo soprattutto se non si ha dimestichezza con tale strumento di lavoro. Il suo uso errato ed improprio ( ad esempio non applicare le punte appropriate oppure non eseguire il giusto movimento rotatorio, utilizzarlo in maniera troppo “aggressiva”, non regolare adeguatamente la velocità o ancora insistere troppo sugli stessi punti) potrebbe arrivare a pregiudicare non solo l’aspetto esteriore delle unghie ma addirittura provocare una serie di problematiche “interne” come traumi più o meno seri. Dunque, se è vero che la fresa permette di eseguire il trattamento di rimozione del gel in maniera accurata e precisa, è opportuno, però, che venga manovrata da mani esperte, perché se non usata correttamente oppure se utilizzata in maniera troppo aggressiva, potrebbe danneggiare l’unghia.

Infine, ricordate che, diversamente da quanto si potrebbe pensare, le unghie “non respirano”. Esse ricevono il giusto apporto di ossigeno dai vasi sanguigni presenti nel letto ungueale. La matrice, ovvero il punto dove l’unghia nasce, è una zona molto delicata. I trattamenti ricostruttivi o di rimozione del gel, proprio per questo motivo, devono essere eseguiti con la giusta cura e dedizione, da professionisti e in maniera molto scrupolosa perché se malauguratamente la matrice dovesse subire traumi importanti, la crescita dell’unghia potrebbe arrivare addirittura a compromettersi.

08-01-17 | 0 comments | in Blog

Comments are closed.

Ricostruzione Unghie

Unghie Gel

Ricostruzione Unghie Gel

Ricostruzione Unghie Gel