Come mettere il gel sulle unghie: passaggi e tecniche

come mettere gel unghie

La ricostruzione unghie con gel è una delle tecniche più apprezzate dalle donne perché consente di avere una manicure perfetta da sfoggiare nelle occasioni importanti come nella vita di tutti i giorni. Ma… come mettere il gel sulle unghie? Applicarlo ed avere risultati sorprendenti è una operazione che comprende una serie di passaggi che consentono di ottenere unghie brillanti e lucenti, sempre in ordine e curate.

La tecnica ricostruttiva con gel, infatti, è la soluzione ideale per chi ha problemi di onicofagia, ovvero la tendenza a mangiucchiare le unghie e così a pregiudicarne l’aspetto esteriore o per chi ha unghie fragili, ovvero tendenti a spezzarsi con facilità. Il gel, inoltre, consente di recuperare tempo e fatica: la ricostruzione delle unghie con tale modalità dura dalle tre alle quattro settimane e libera le donne dall’incombenza e dal “fastidio” di dedicarsi, se non tutti i giorni, ma più volte in una stessa settimana, alla stesura dello smalto ed alla conseguente asciugatura. Basterà un refill, cioè un ritocco e le mani ritorneranno a splendere come prima!

Come mettere il gel sulle unghie?

Questa operazione può essere svolta da una professionista onicotecnica oppure, se siete delle appassionate di Nail Art, manicure e tecniche ricostruttive, può rientrare anche nel fai-da-te.

Per eseguire una ricostruzione con gel perfetta ed impeccabile occorrono:

  • un catalizzatore UV, cioè una lampada UV che servirà ad indurire il gel
  • primer per unghie
  • due lime, di cui una con grana 100 e una con grana 240
  • gel di ricostruzione (trasparente)
  • gel colorato (o anche french)
  • gel di finitura effetto gloss
  • un pennello professionale appositamente creato per stendere il gel ed uno blush per eliminare i residui della limatura
  • olio per cuticole
  • cartine o tips (per allungamento)
  • dischetti di cotone pressato (meglio dell’ovatta, per evitare fastidiosi residui)
  • sgrassante per unghie

La prima operazione da compiere è pulire per bene il letto ungueale da eventuali residui di smalto. Le mani, sia dell’onicotecnica che le vostre, andranno disinfettate accuratamente prima di essere sottoposte a trattamento. Ciò servirà a scongiurare il rischio di infezioni.

Successivamente, con la lima a grana 240, limate leggermente le unghie naturali. Questa operazione consentirà al gel di aderire perfettamente alla base. Adesso, prendete un pennello blush ed eliminate gli eventuali residui di “polvere” provocati dalla limatura. Cercando di non toccare le cuticole, stendete il primer o base coat sulle unghie. Lasciate asciugare per bene.

Espletata questa fase, procedete con l’allungamento, se desiderate avere unghie più lunghe. Questa tecnica può essere effettuata o con sagome dette cartine, che andranno posizionate sotto il margine libero dell’unghia, creando così una sorta di base, salda e compatta, sulla quale poi posizionare il gel e lavorarlo. In assenza di margine libero, cioè quando le unghie risultano troppo compromesse, è necessario ricorrere alle tips, cioè unghie artificiali che andranno limate e modellate a seconda della lunghezza e della forma desiderata (unghie a “mandorla”, squadrate, a “stiletto”, etc). Anche sulle tips deve essere applicato il gel ricostruttore. Grazie alle sagome oppure alle tips è possibile ottenere una riproduzione realistica delle unghie naturali. Effettuate tale passaggio per entrambe le mani e poi inseritele nella lampada UV e lasciate essiccare ed indurire il gel (processo di polimerizzazione).

Terminata questa operazione, prendete il cotone pressato e imbevetelo di sgrassante. Passatelo delicatamente sulle unghie al fine di eliminare eventuali residui di gel. La superficie delle unghie deve apparire liscia e compatta. Adesso, a seconda dei gusti e delle preferenze, potrete decidere di applicare o un gel colorato su tutte le unghie oppure uno ad effetto french e procedere con eventuali decori.

Dopo aver steso il gel, riponete le mani nella lampada UV e lasciate polimerizzare. Anche in questo, caso, occorrerà, poi, sgrassare le unghie per eliminare l’eventuale gel eccedente. Conclusa questa operazione, sigillate le unghie con gel di finitura gloss, che andrà steso su tutta la superficie dell’unghia, prestando, però attenzione alle cuticole. Terminata questa fase, catalizzate e poi sgrassate con cura. Con la lima 100, invece, limate il bordo libero dell’unghia e applicate sulle cuticole qualche goccia d’olio per idratare. E infine… godetevi le vostre unghie nuove di zecca!

Gel e Nail Art per unghie non convenzionali e sempre al passo con i tempi

Le fasi fino ad ora descritte possono essere applicate sia alle unghie delle mani che dei piedi. Per avere unghie sobrie o informali tutti i giorni, per restare sempre al passo con i trend del momento, è possibile fare ricorso alle tecniche della Nail Art, una vera e propria arte che permette di abbellire le unghie in maniera originale e personalizzata e che fa largo uso di strass, pennelli professionali, smalti semi-permanenti, eventuali stickers, etc. Tra le ultime tendenze avvistate, segnaliamo le decorazioni tridimensionali o in Optical Art, o ancora quelle che ricorrono a fumetti, strass, grafismi ispirati agli anni Sessanta e Settanta, effetto french in tonalità pastello, pois, cuori e fiori delicati, per unghie più romantiche o fiori tropicali, per una manicure non convenzionale e dal sapore estivo. Molto apprezzati sono anche i dettagli in oro, bronzo e in argento su base naturale o scura o quelli in colori forti e vitaminici, che garantiscono un effetto eccentrico ma pur sempre chic. Molto richiesti sono anche i decori animalier, soprattutto quelli zebrati e leopard e quelli con glitter, in colori a contrasto. Infine è da segnalare anche la manicure realizzata con gel in colori tenui e opachi o con bizzarre ed audaci sfumature.

08-01-17 | 0 comments | in Blog

Comments are closed.

Ricostruzione Unghie

Unghie Gel

Ricostruzione Unghie Gel

Ricostruzione Unghie Gel